Vai al contenuto
Home » Curiosità » Perché si chiama Machu Picchu?

Perché si chiama Machu Picchu?

In quanti film hai sentito i protagonisti dire di voler scappare a Machu Picchu? E quante volte hai sentito il nome di questo posto? Ti sei mai chiesto perché si chiama Machu Picchu?

Il nome, letteralmente, significa vecchia montagna. È un sito archeologico Inca che si trova in Perù a 430 metri sopra il livello del mare. È un luogo carico di magia, dal momento che rappresenta i resti della civiltà perduta degli Inca. Non a caso, infatti, è spesso stata definita come la Città perduta degli Incas, costruita probabilmente dall’imperatore Inca Pachacùtec.

perché si chiama Machu Picchu?

La piccola cittadina ai suoi piedi è stata scoperta nel 1911 dall’esploratore statunitense Hiram Bingham ed è stato dichiarato Patrimonio Culturale e Naturale dell’Umanità nel 1983, direttamente dall’Unesco. Non a caso, ogni anno vi sono circa 1 milione e mezzo di turisti!

Secondo le leggende, la città nacque intorno al 1450 ed è ancora ricca di enigmi e misteri. Ci sono diverse teorie secondo cui la sua posizione sia proprio strategica. Secondo alcuni era originariamente un mausoleo, mentre per altri era un centro agricolo ed amministrativo. La sua origine, ancora oggi, è oggetto di studio per molti studiosi, ma sicuramente il suo valore è andato avanti nel tempo.

Un’altra teoria è che Machu Picchu fosse la residenza estiva dell’imperatore e dei suoi nobili. Al suo interno, però, sono state ritrovate moltissime mummie di sesso femminile, perciò un’altra ipotesi è che questo fosse un santuario per le Sacre Vergini del Sole.

Sicuramente, però, Machu Picchu è legata al culto del sole e a studi astronomici, in particolar modo dedicati agli equinozi e ai solstizi. Studiandone le rovine, è parso evidente che i suoi costruttori fossero astronomi. Infatti, a mezzogiorno del 21 marzo e del 21 settembre, durante gli equinozi di primavera e di autunno, il sole si trova proprio sopra l’intihuatana, sull’orologio solare, la struttura più importante della città.

perché si chiama Machu Picchu

Percorrendo la città è possibile osservare due quartieri diversi, divisi da un muro di 400 metri di lunghezza. Una delle sezioni era dedicata a scopi agrari, mentre l’altra era più urbanistica. Nella parte destinata all’agricoltura vi erano molte terrazze, proprio destinate alla coltivazione e vi sono anche delle piccole abitazioni, probabilmente le case dei vecchi agricoltori.

Nella parte urbana, invece, vi è la Residenza Reale che era la casa più importante; la Piazza Sacra in cui vi erano le cerimonie; la Piramide Intihuatana, dove vi è l’orologio solare; il Gruppo delle Tre Facciate e il Gruppo del Condor, in cui vi erano dei templi.

Machu Picchu è caratteristica anche per i suoi animali! Vi sono alcune specie bellissime come il culpeo, un animale simile ad una volpe, l’orso dagli occhiali, il cervo dalla coda bianca. Vi sono tantissimi uccelli, farfalle, lucertole e serpenti. Inoltre, vi è anche una tipologia di flora molto particolare: vi sono alberi come il cedro bianco e l’alloro, e oltre 370 tipi di orchidee.

Insomma, Machu Picchu è una città carica di storia, piena di misteri, tutta da scoprire!