Perché le donne non hanno il Pomo d’Adamo?

Il Pomo d’Adamo è una particolare sporgenza che si trova a livello della laringe. Si tratta di una caratteristica ben visibile negli uomini e meno visibile nelle donne, eppure, se hai sempre pensato che solo gli uomini hanno il Pomo d’Adamo ti sbagli. Infatti, anche le donne lo possiedono, ma spesso non si vede. Scopri tutto ciò che c’è da sapere sul Pomo d’Adamo.


Cos’è il Pomo d’Adamo?

Il Pomo d’Adamo è una vera e propria sporgenza di cartilagine situata nella zona della tiroide a livello della laringe. Questa protuberanza circonda la laringe ed è per questo definita, dal punto di vista medico, come prominenza laringea.

Nello specifico, è una giuntura fra le due cartilagini principali della laringe, che collega la bocca alla trachea. Inoltre, come tutti sanno, il pomo d’Adamo si sposta verso l’alto mentre si deglutisce, in base ai movimenti delle cartilagini tiroidee.

A cosa serve il Pomo d’Adamo?

Nonostante si tratti di una parte del corpo molto particolare e con diverse leggende sul suo conto, il Pomo d’Adamo non ha alcuna funzione importante nel corpo umano. Si tratta solamente di una sporgenza presente sulla gola a livello della laringe, la quale invece ha un ruolo fondamentale, in quanto serve ad emettere suoni per parlare, poiché al suo interno vi sono le corde vocali.

Infatti, c’è chi suppone che l’unica vera utilità del Pomo d’Adamo sia fare da protezione alla laringe e alle corde vocali in essa contenute. Tuttavia, questo non significa che chi ha un Pomo d’Adamo meno sporgente abbia una protezione minore delle sue corde vocali.

perche-donne-non-hanno-pomo-dadamo

Il Pomo d’Adamo nelle donne

Nonostante in molti pensino che il Pomo d’Adamo sia una caratteristica esclusivamente maschile, è bene sottolineare che anche le donne ce l’hanno, semplicemente quello delle donne si vede meno perché è meno pronunciato.

Infatti, l’unica vera differenza fisica tra uomini e donne è che l’uomo ha il Pomo d’Adamo più sporgente rispetto alle donne. Quindi, proprio per questo motivo si viene spesso tratti in inganno e si pensa che le donne non ce l’abbiano.

È maggiormente visibile negli uomini perché durante la pubertà, il periodo in cui spunta il Pomo d’Adamo, la laringe maschile aumenta molto le sue dimensioni a causa dell’alto livello di testosterone, l’ormone maschile, presente nel corpo. Questo fatto spiega anche il motivo per cui nei maschi cambia il tono della voce, mentre quella femminile resta più dolce.

Nelle donne, invece, la situazione è diversa dal momento che durante la pubertà le ragazze producono un altro ormone, chiamato estrogeno. Di conseguenza, il Pomo d’Adamo non si ingrossa come quello maschile e resta in una posizione più alta del collo. Ecco, quindi, perché il Pomo di Adamo nelle donne è meno visibile rispetto a quello degli uomini.

Tuttavia, anche tra gli uomini esistono delle differenze, perché questa sporgenza varia da individuo a individuo. Infatti, essa può essere più o meno sporgente in base allo spessore del cosiddetto pannicolo adiposo sottocutaneo. Si tratta di una parte del corpo estremamente fragile, che può causare strangolamento se stretta o toccata con pressione.

Le donne hanno il Pomo d’Adamo

Quindi, tutte le donne hanno il Pomo d’Adamo e in alcuni casi è anche leggermente visibile. Tant’è vero che ci sono donne che effettuano la riduzione di questa sporgenza attraverso un particolare intervento chirurgico con il quale viene asportata una parte della cartilagine in eccesso.

La presenza di questa prominenza laringea in una donna è legata a diverse cause. In alcuni casi, si tratta di una conseguenza causata da uno squilibrio ormonale avvenuto durante la pubertà. In altri casi, il Pomo d’Adamo di una donna potrebbe essere semplicemente un’anomalia anatomica legata ai propri geni.

Tuttavia, nonostante sia una caratteristica prettamente maschile, non è vero che solo gli uomini hanno il Pomo d’Adamo ed è del tutto normale che anche le donne lo abbiano, anzi sarebbe grave se fosse il contrario.

Perché il Pomo d’Adamo si chiama così?

Questa sporgenza è comunemente associata ad Adamo non soltanto perché si osserva soprattutto negli individui di sesso maschile, ma anche perché secondo una leggenda popolare, legata alla storia della Creazione, ad Adamo andò di traverso un pezzo del frutto proibito che stava mangiando, rimanendo di conseguenza incastrato in gola. 

Generalmente si pensa che tale frutto sia stato una mela, ma esistono pareri contrastanti in quanto gli ebrei sostengono che il frutto in questione fosse un melograno. Un’interpretazione differente viene data anche dagli islamici, in quanto nel Corano si dice che il frutto fosse invece una banana.

Un’altra leggenda sull’origine del nome del Pomo d’Adamo riguarda un’errata traduzione dall’ebraico della parola “tappuach ha adam” che significa letteralmente “protuberanza maschile”. Se ne accorse il linguista Alexander Gode nel 1968 e sembra essere l’ipotesi più corretta sul perché il Pomo d’Adamo si chiama in questo modo. È un caso molto simile all’origine del nome del Mar Rosso.

Articoli simili